Torta putana con cioccolato e arance candite

Un po’ di tempo fa, mi ero soffermata a guardare un video di due simpatiche signore venete che conducono un programma su Alice tv, e mi sono incuriosita moltissimo alla ricetta che stavano facendo, riciclando il pane vecchio: la torta putana.

Questa torta viene chiamata in un sacco di modi diversi, a seconda della zona in cui viene preparata: torta puvrassa, maccafame, di pane ed anche torta veneta.

Oltre alla ricetta, di questa torta ovviamente mi ha incuriosito il nome, e facendo alcune ricerche credo di essere risalita all’origine di questo.

torta putanaProcessed with VSCOcam with 4 preset

L’origine del nome

Il nome si dice che sia nato dall’esclamazione di un cliente piuttosto taciturno di un noto ristorante Veneto che, durante gli anni del dopoguerra, nel bel mezzo di una cena, che stava facendo da solo in questo locale, restò al buio perché improvvisamente venne a mancare la luce.

Dopo aver sentito nel buio un rumore di piatti che si rompevano, quando la luce tornò esclamò la putana!” vedendo che uno dei camerieri era caduto, ma che il dolce che egli portava tra le mani era finito nel piatto del cliente… Inspiegabilmente illeso, senza rompersi.

Il cuoco, che ancora non aveva dato un nome alla torta finita nel piatto e sentendo la colorita esclamazione del cliente, propense quindi a dare questo nome alla sua torta.

Processed with VSCOcam with 5 preset

Ovviamente questa è solo una delle spiegazioni che si attribuiscono al nome di questa torta, infatti anche nel video della ricetta che vi allego fatta dalle due signore, una delle due racconta un’altra “versione dei fatti”, quindi a questo punto scegliete voi quella che preferite.

La cosa importante è che proviate a preparare questa torta, perché è davvero una delizia e si può fare aggiungendo ad essa quello che più vi piace.

La cuoca nel video usa le uvette, a me non piacciono moltissimo, quindi ho deciso di sostituirle con gocce di cioccolato e arance candite.

Qui fa ancora freddo e la giornata, come potete vedere dalla foto che ho messo, chiama proprio a gran voce una torta bella goduriosa e sostanziosa come questa, quindi… Al lavoro!

torta putanaProcessed with VSCOcam with 4 preset

Ingredienti

  • 250 g pane raffermo;
  • 200 g di zucchero semolato;
  • 100 g scorze di arancia candite (facoltative);
  • 50 g di gocce di cioccolato;
  • 100 g burro;
  • scorza grattugiata di 1 limone;
  • scorza grattugiata di 1 arancia;
  • 1 pizzico di lievito per dolci;
  • 5 uova;
  • 1 litro di latte intero;
  • 1 bicchierino di Amaro Montenegro (io avevo questo in casa), liquore o rhum (facoltativo se avete bambini);
  • 4 cucchiai di fecola di patate;

torta putana Processed with VSCOcam with 4 preset

Procedimento

Mettete il pane a pezzi nel latte e lasciatelo riposare per almeno un’ora.

Frullate con un frullatore a immersione il pane ed il latte finché non otterrete una crema.

A questo punto unite le uova intere una alla volta mischiando sempre, aggiungete lo zucchero, l’amaro o il rhum e la scorza grattugiata del limone e dell’arancia.

Fate sciogliere il burro a bagnomaria o al microonde facendo attenzione a non farlo friggere ed aggiungetelo all’impasto insieme all’arancia candita ed alle gocce di cioccolato.

Unite la fecola al lievito e fatela scendere a pioggia sull’impasto continuando a girare con una frusta, amalgamando il tutto.

Prendete una tortiera con la cerniera e foderatela con carta da forno bagnata e strizzata per bene.

Versateci l’impasto ed infornate per 50 minuti a 190°.

Quando la superficie sarà ben dorata togliete la torta dal forno e consumatela solo quando sarà completamente fredda.

Lo so, non è una torta leggera, ma qui come ho detto il tempo è da lupi oggi, quindi sono giustificata 🙂

Alla prossima ricetta.

Angelina

Video della ricetta:


torta putana Processed with VSCOcam with 4 preset

torta putanaProcessed with VSCOcam with 2 preset

 

2 Comments

  • edvige ha detto:

    Buona ho guardato anche il video ma preferisco quello che hai messo tu perche anche ha meno burro e zucchero io ci metterò ancora di meno deve essere meno dolce per me. Buona serata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.