Stick al parmigiano, prezzemolo e paprika affumicata

Scroll down for English version

Questa ricetta l’ho copiata spudoratamente dal blog “Oggi Pane Salame Domani”, della bravissima Sonia. A sua volta la ricetta arriva dal blog di una giovane mamma e foodblogger che vive a Jakarta, e che ha preparato questi buonissimi stick sfiziosi che si possono preparare in pochissimi minuti con ingredienti che quasi tutti avete in casa. Preparate i fornelli! Si comincia! 😀

Ingredienti:

100 gr di farina 00

2 uova intere sbattute

2 cucchiai di paprika affumicata in polvere

1 cucchiaio di prezzemolo secco

100 gr di formaggio grattugiato chetar (ma anche il parmigiano va bene)

olio vegetale per friggere quanto basta

Procedimento:
Prendete una pentola dai bordi belli alti e metteteci a scaldare l’olio. A parte, preparate un piatto con della carta da cucina assorbente.
In una ciotola capiente mettete la farina, il formaggio grattugiato chetar o parmigiano e la paprika in polvere.
Mischiate bene per amalgamare il tutto ed aggiungete ora le 2 uova intere. Mescolate bene.
Trasferite questo composto ottenuto in una sac a poche e tagliate la punta all’altezza di circa 2-3 millimetri. Contate che il buchino che otterrete sarà la grandezza della circonferenza dei vostri stick, quindi fate attenzione a non tagliare troppo.
Quando vedrete che l’olio sarà abbastanza caldo, iniziate a schiacciare fuori dalla sac a poche un pochino di composto alla volta, formando degli stick abbastanza lunghi. Aiutatevi con una forbice a tagliarli via dalla sac a poche o semplicemente strattonatela un pochino di modo che cadano da soli.
Con un mestolo forato, girate gli stick soltanto una volta e poi scolateli. Contate che per cuocere ci metteranno davvero pochissimo, neanche un minuto. Per capire se sono cotti dovrete vedere che siano di un colore bello dorato.
Non cuocete mai troppi stick alla volta, altrimenti l’olio calerà troppo di temperatura. Cuocetene circa 5 o 6 alla volta.
Gli stick vanno consumati caldi subito, se mi date retta, ma si conservano anche per un paio di giorni dentro un contenitore ermetico a riparo dall’aria.
Fatemi sapere se vi piacciono, io non riuscivo più a smettere di mangiarli. Uno tirava l’altro! 😀
A presto.
Angelina
IMG_2908 copy IMG_2923 copy

Parmesan cheese, parsley and smoked paprika sticks

I copied this recipe shamelessly from the blog “Oggi pane salame domani“, created by the talented Sonia. This recipe originally comes from the blog of a young mother and food blogger who lives in Jakarta, and can be prepared in a few minutes with ingredients that most of you have at home. Prepare the stove! Let’s start!

Ingredients:

– 100 g of 00 flour

– 2 eggs, beaten

– 2 tablespoons of paprika powder

– 1 tablespoon dried parsley

– 100 grams of grated cheddar cheese (but Parmesan cheese is also fine)

– vegetable oil for frying – as much as you like

 

Preparation:

Heat the oil in a deep saucepan. Separately, prepare a plate with kitchen blotting paper.

In a large bowl put the flour, grated Parmesan or cheddar cheese and paprika powder. Stir well to blend everything and now add the 2 eggs. Mix well and add the dry parsley.

Pour the mixture into a piping bag and cut the tip at approximately 2-3 millimetres. Your sticks will be the size of this opening, so be careful not to cut too much.

When the oil is hot, start squeezing a little mixture out of the piping bag, forming long sticks, one at a time.  You can use a pair of scissors to cut off the mixture out of the piping bag, or simply pull on it a little bit to cut it.

With a perforated ladle, turn the sticks once and then drain them on the blotting paper. They will get a nice golden colour once they are ready in not even a minute.

Do not cook too many sticks at a time, as the oil temperature will drop too much. Cook about 5 or 6 at a time.

If you trust me…. the sticks should be eaten hot immediately, but you can also keep them for a couple of days in an airtight container if you like.

Let me know if you like them. I could not stop eating them once I started!

See you soon.

Angelina

 

3 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.