Risotto allo zafferano superveloce

I risotti….mmmmmm quanto mi piacciono!

Quelli di voi che seguono il mio blog su Facebook sanno che pochi giorni fa sono stata malata, con febbre altissima (per me 38.2 vuol dire già vedere le porte dell’inferno aprirsi) e inappetenza. Come succede sempre quando sto male, riesco solo a mandar giù una mela, perchè fin da quando ero piccolina mia mamma mi “obbligava” a mandar giù qualcosa giusto per farmi prendere le medicine, per poi rimettermi a dormire.

Questo idillio però (e parlo del non aver fame) è durato solo un giorno. Il giorno dopo mi sono accorta di star meglio perchè mi è venuta una fame da lupi! (o da volpi, visto che nel mio giardino ogni tanto ne vedo qualcuna). Il mio primo pensiero è stato “ammazzo la volpe e me la faccio arrosto!”, il secondo “non ho voglia di cucinare, ma come avrei voglia di mangiarmi un buon risotto…”.

Ora, “puristi” del risotto, tappatevi le orecchie. Perchè sto per rivelarvi come ho fatto questo buonissimo risotto allo zafferano in meno di 10 minuti. Il segreto? Il riso precotto. Quello in busta, per intenderci. Pronto al microonde in 2 minuti.

rice

Ho pensato. Se ci mette così poco a cucinarsi in microonde, perchè non provare ad utilizzarlo per farne un risottino?

Quindi vediamo gli ingredienti che servono per 2 persone:

mezza cipolla bianca

1 busta di riso precotto da 250 g

4 cucchiai di olio extravergine d’oliva

1 bustina di zafferano

1 litro di brodo vegetale

2 tazzine da caffè di vino bianco

una noce di burro

parmigiano grattugiato nella quantità che preferite

Preparazione:

– Mettete sul fuoco una pentola non troppo grande e mettete all’interno l’olio e la cipolla che avrete fatto a cubetti piccolissimi.

– Fate soffriggere la cipolla per almeno 5 minuti e versate all’interno della pentola la busta di riso precotto. Armatevi di pazienza perchè non sarà molto facile da “sgranare”. Il riso infatti verrà giù in un blocco solo. Aiutatevi versando un po’ di brodo sul riso e cercate di dividere tutti i chicchi gli uni dagli altri.

– A questo punto, fate “tostare” un pochino il riso insieme al soffritto e sfumate con il vino bianco. Fate evaporare per bene tutto il vino ed iniziate a versare all’interno della pentola il brodo. State attenti a non metterne troppo, perchè la cottura di questo risotto sarà superveloce, quindi non abbondate.

– Sciogliete nel frattempo la bustina di zafferano in una tazzina con un pochino di acqua calda o brodo e versatela dentro il risotto. Mescolate bene.

Una volta terminata la cottura, servite con un’abbondante spolverata di parmigiano grattugiato! 🙂

Voilà!

Fatemi sapere se lo provate e cosa ne pensate di questa versione super rapida del classico risotto! Io l’ho A-DO-RA-TA!!! 🙂

Alla prossima ricetta!

Angelina

risotto1517518_10202447840093784_684120177_n 1621816_10202447840693799_1844161046_n

2 Comments

  • simona ha detto:

    Angie!!!!
    Ho fatto peggio di te!!!
    Ho sempre poco tempo ma un’illuminazione geniale mi è venuta in soccorso…risparmio tempo e…perdo il peso!!! Si si…parlo proprio di ciccetta!
    A Natale mi hanno regalato un aggeggio fichissimo:il “CUOCIRISO”tapperwere
    È un contenitore in plastica con 2 coperchi differenti che, in teoria, (ma con me la teoria viene meno) serve per bollire il riso nel microonde.
    Be’…io dentro questo contenitore ci metto ogni volta l’impossibile.
    Metto il riso (di solito indiano o basmati) un pochino di dado fatto in casa e….zafferano oppure funghi, verdure, formaggio, un cucchiaio di passata di pomodoro, ricotta e noci… copro il tutto con acqua quanto basta, chiudo con i coperchi “magigi”
    Infilo il contenitore nel microonde e in 10 minuti ho dei risotti leggeri…
    Nelle feste di Natale mi sono…diciamo “arrotondata” e mangiando abbondanti porzioni di riso in uno dei 2 pasti principali ho perso 3 kg in due settimane…
    Wow!!!
    Bacioni a tutti!

    • Angelina ha detto:

      Caspita!! Domani lo cerco e mi informo pure io allora! Me lo faccio spedire!!! 😀 Grazie della dritta! 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.