Risotto allo Stilton, zafferano e nocciole

Oggi (26 dicembre) anche qui a Londra è festa. Ma siccome tutti i miei amici o quasi o sono in vacanza in Italia o oggi lavorano e mi sentivo un po’ sola soletta, ho deciso di viziarmi un pochino, utilizzando lo splendido formaggio Stilton (uno dei miei preferiti) che i nostri vicini di negozio di Neil’s Yard qui al Borough Market dove lavoro anche io, hanno deciso di regalarci per Natale. Lo Stilton è un formaggio simile al gorgonzola piccante, ma non così piccante. E’ un formaggio DOP che viene prodotto esclusivamente nelle contee del Derbyshire, del Leicestershire e del Nottinghamshire. E’ prodotto con latte di mucca e si può mangiare sia da solo che accompagnato da qualche composta particolare o perfino da una buona mostarda piccante, secondo me.

Io oggi ne ho osato un po’ per prepararmi un buon risottino con Stilton, appunto, nocciole e zafferano. Vediamo il procedimento che ho seguito per prepararlo.

Ingredienti per 2 persone:

-180 grammi di riso carnaroli

-120 g di formaggio Stilton

-40 g di nocciole sgusciate e possibilmente tostate

– olio extravergine d’oliva quanto basta

– sale e pepe quanto basta

-brodo vegetale, circa 1 litro e mezzo

-1 bustina di zafferano in polvere

– mezza cipolla rossa di Tropea

-mezzo bicchiere di Prosecco di Valdobbiadene o vino bianco secco

Preparazione

Mettete sul fuoco una pentola e fate scaldare circa 4 cucchiai di olio extravergine. In un’altra pentola, mettete a scaldare anche il brodo vegetale (che potete preparare sia con un dado granulare che con un gambo di sedano, una carota ed una cipolla) ed aspettate che raggiunga il bollore.

A parte, tritate finemente la mezza cipolla rossa e fatela rosolare a fuoco vivace insieme all’olio per circa 5 minuti, mescolando ogni tanto. Passato questo tempo, aggiungete il riso e fatelo tostare bene, ci vorranno all’incirca 6-8 minuti. Fate attenzione che il riso non si attacchi alla pentola, mi raccomando.

Sfumate il tutto con il vino bianco e lasciatelo evaporare completamente. Questo passaggio è molto importante, se non lo seguirete il vostro risotto avrà un retrogusto alcolico molto fastidioso, che comprometterà il sapore finale del piatto.

Una volta sfumato per bene il vino, iniziate a bagnare il riso con il brodo vegetale. Questa è una cottura “in bianco” del risotto, quindi senza l’aggiunta di nessun ingrediente. Infatti li andremo ad aggiungere tutti solo alla fine, a cottura del risotto quasi ultimata.

Mentre il risotto cuoce, riducete lo Stilton a pezzetti piccolini. Potete farlo sia con le mani che con l’aiuto di un coltello.

Prendete ora un pochino di brodo vegetale e fateci sciogliere all’interno la bustina di zafferano.

Tritate ora le nocciole con l’aiuto di un coltello, abbastanza finemente. Se non volete utilizzare il coltello, potete anche utilizzare il mixer, ma fatelo con la funzione “pulse” e per non più di 3-5 secondi, altrimenti vi ritroverete con una pasta di nocciole e non con un trito.

Quando il risotto sarà al dente, mescolate all’interno lo Stilton e lo zafferano sciolto e la metà delle nocciole tritate e mischiate bene. Fate cuocere ancora qualche minuto per farlo asciugare un pochino e poi impiattatelo. Per ultimo, spolveratelo con un pochino di nocciole tritate e con una grattata di pepe nero macinato fresco.

Spero che proverete presto questa ricetta, perché è davvero buona. Ma lascio a voi il piacere di darmi una conferma 🙂

Buon Santo Stefano a tutti! <3

Angelina

IMG_3988

IMG_3978

IMG_3981

IMG_3983

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.