Ravioli dell’avanzo

Poco tempo fa, gli amici di Peroni di Roma mi hanno fatto un bellissimo regalo, la ravioliera Marcato che io da tempo bramavo di avere. Non vi dico la gioia quando è arrivato il pacco: dovevo assolutamente pensare a qualche ripieno sfizioso da preparare per i miei primi ravioli preparati con questo gioiellino!

Siccome sono una che tende a riciclare tutto, ho aperto il frigo e ho visto che cosa avevo a disposizione: pollo arrosto avanzato, qualche carciofo grigliato sott’olio e dell’Emmental.

In un attimo, ho messo tutto nel mixer insieme a qualche altra cosuccia e ne è venuto fuori un ottimo e super godurioso ripieno… In cucina vietato buttare! Le migliori ricette a volte nascono proprio da ingredienti che si vogliono riciclare 🙂

Come realizzare i ravioli dell’avanzo

Ingredienti per il ripieno

  • 160 g di pollo cotto;
  • mezza patata bollita grande (o 1 piccola intera);
  • 90 g di carciofini sott’olio scolati;
  • 100 g di Emmental;
  • un cucchiaino di noce moscata;
  • un cucchiaino di pepe macinato fresco;
  • due pizzichi di sale fino.

Ravioli del riciclo

Ingredienti per la pasta

  • 200 g di farina di semola;
  • 100 g di farina 00;
  • tre uova intere.

Ingredienti per il sughetto

  • 1 mazzetto di prezzemolo lavato e asciugato;
  • Una noce di burro;
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva;
  • Una punta di cucchiaino di noce moscata;
  • Una punta di cucchiaino di aglio in polvere o mezzo spicchio di aglio fresco tritato;
  • Sale e pepe quanto basta.

Procedimento

Per il ripieno

Mettere nel mixer il pollo, i carciofini, l’Emmental, la noce moscata, il pepe, il sale e la patata e tritate fino a quando non otterrete un composto compatto. Questo sarà il ripieno dei vostri ravioli. Se necessario, aggiustate ancora di sale e se volete anche dare un tocco in più di bontà, aggiungete all’impasto qualche goccia di olio profumato al tartufo.

Ravioli del riciclo

Per la pasta

Pulite bene il mixer e riusatelo per preparare l’impasto della pasta fresca.

Mettete nel mixer tutti gli ingredienti per la pasta e fatelo andare fino a quando il composto non si staccherà dalle pareti fino a formare una palla.

Trasferite il tutto sopra un piano di lavoro ben pulito e un pochino infarinato con la farina di semola e lavoratelo fino a ottenere un impasto liscio.

Io ho preferito usare più farina di semola che 00 per ottenere un impasto “ruvido” e rustico. Uso il metodo del mixer perché lo trovo molto comodo e veloce, specialmente quando non si ha molto tempo di stare in cucina e non si vuole sporcare troppo.

Avvolgete l’impasto ottenuto con della pellicola trasparente e lasciate riposare in frigo per almeno mezz’ora. Passato questo tempo prendete l’impasto un pezzetto alla volta e, con l’aiuto della macchina per tirare la pasta (oppure di un mattarello), stendetelo molto finemente.

Prendete la sfoglia così ottenuta e mettetene un primo strato sopra la ravioliera.

Mettete un pochino d’impasto dentro ogni incavo e coprite il tutto con un altro strato di pasta fresca tirato sottile.

Passate con il mattarello sopra la ravioliera per tagliare con precisione tutti i vostri ravioli e andate avanti in questo modo fino a quando non finirete sia la pasta che il ripieno.

I ritagli che vi avanzeranno dalla lavorazione dei ravioli potete utilizzarli per ottenere dei maltagliati oppure delle farfalle fresche, come ho fatto io.

Trasferite i ravioli sopra un piatto cosparso con un pochino di farina di semola e fate riposare.

Ravioli del riciclo

Per il sughetto

Ho deciso di preparare un sughetto molto semplice proprio per non coprire il sapore dei ravioli.

Prendete il prezzemolo e tagliatelo molto finemente. Io ho usato sia le foglie sia i gambi del prezzemolo perché proprio in questi è contenuto molto del suo sapore.

In una padella mettete una noce di burro insieme a un cucchiaio di olio extravergine di oliva e una punta di aglio in polvere e fateli scaldare, facendo attenzione a non far soffriggere il composto.

Quando sarà caldo, unite il prezzemolo nella padella e fate rosolare a fuoco basso per circa un minuto. Aggiustate di sale.

Fate cuocere i ravioli in acqua bollente e salata per circa un paio di minuti fino a quando non verranno a galla.

Scolateli e fateli saltare nella padella con il prezzemolo e l’aglio.

Fatemi sapere se proverete la ricetta, sono sicurissima che vi piacerà un mondo!

Buon appetito!

Angelina

Ravioli del riciclo

Ravioli del riciclo

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.