Nodini di pasta fresca con ragù di melanzane, tacchino e cipollotti

Prepariamo dei nodini di pasta fresca.

Navigare fa bene. No, aspettate. A me non fa molto bene visto che soffro di mal di mare ed appena metto piede su una barca vorrei morire all’istante. Intendevo su Internet.

Navigare su Internet fa benissimo. Perché ti fa scoprire sempre cose nuove che anche se sono le 3 di notte ti fanno venire la voglia di metterti subito a spadellare e fare le peggiori porcate mai viste, alla Nigella Lawson, per intenderci, che prima di andare a dormire non si fa problemi di nessun tipo se le viene voglia di mangiarsi un panino con senape, salsiccia e cipolla. Alla faccia di chi le vuole male. Non io, perché la amo.

Tutto questo per raccontarvi che qualche giorno fa mi sono imbattuta in un blog interessantissimo di Simona, una signora italiana che vive in California, che ha preparato questi nodini di pasta fresca dei quali mi sono subito innamorata e che volevo rifarvi il prima possibile. La sua ricetta è davvero semplicissima e fattibilissima da tutti, quindi niente paura e mettiamoci subito all’opera! 🙂

pasta frescaIMG_4841

Ingredienti per 1 persona mangiona o per 2 con poca fame

  • 100 g di farina di semola rimacinata;
  • 50 g di acqua calda (non bollente);
  • un pizzico di sale;
  • 5 baby melanzane o mezza melanzana piccola;
  • 150 g di petto di tacchino affettato in vaschetta (lo trovate vicino ai salumi al super);
  • 5 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • 8 piccoli cipollotti.

pasta frescaIMG_4836

Procedimento

Prepariamo la pasta fresca

Iniziamo col preparare la pasta fresca.

Prendete la farina e l’acqua ed iniziate ad impastare insieme lavorando per circa 10 minuti a mano fino a quando non otterrete un impasto bello liscio.

Chiudete l’impasto con della pellicola trasparente per alimenti e fate riposare per almeno mezz’ora. Il tempo di riposo dell’impasto è importantissimo, quindi non abbiate fretta.

IMG_4839

Prepariamo il ragù

Nel mixer tritate abbastanza finemente il petto di tacchino e mettete da parte.

Tagliate i cipollati a rondelline sottili e mettete da parte.

Ora tagliate le baby melanzane a cubetti abbastanza piccoli a loro volta.

Mettete sul fuoco a fiamma media una padella antiaderente e rosolate l’olio extravergine insieme alle rondelle di cipollotti e alle melanzane.

Fate rosolare per circa cinque minuti poi aggiungete il tacchino a pezzetti.

Aggiungete una tazzina da caffè di acqua calda e chiudendo con un coperchio lasciate cuocere il ragù per circa 10 minuti a fiamma bassa. Se vedete che il ragù vi si asciuga troppo in fretta, aggiungete un’altra tazzina da caffè di acqua calda.

pasta frescaIMG_4842

Formiamo i nodini

Prendete un pezzetto di impasto e lavoratelo fino ad ottenere un cordoncino lungo e stretto. Mi raccomando cercate di fare il vostro cordoncino abbastanza sottile poiché sarà più comodo poi per voi lavorarlo e formare i nodini.

Tagliate un pezzo di impasto dal cordoncino che avete formato ed annodatelo su se stesso.

Il nodino finito non dovrà essere più lungo di 5 cm. Continuate così fino a quando non avrete finito l’impasto.

Qui sotto c’è il video di Simona che vi spiega bene come dovete farli:

Mettete ora a cuocere i nodini in abbondante acqua salata.

Ci vorranno circa 5/6 minuti prima che siano cotti. Il tempo di cottura necessario però varierà a seconda di quanto avrete fatto spessi i vostri nodini.

Una volta cotta la pasta scolatela e conditela con il ragù che nel frattempo si sarà completamente cotto.

A me questa ricetta piace particolarmente perché mi dà modo di mangiare il tacchino che altrimenti non mangerei in nessun’altra variante, perché non vado matta per il suo sapore.

In questa ricetta il tacchino rimane particolarmente croccante alla fine della cottura ed anche particolarmente gustoso quindi vi consiglio caldamente di provarlo. Vi assicuro che non ve ne pentirete.

Buon appetito a tutti.

Alla prossima ricetta.

Angelina

  pasta frescaIMG_4843

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.