Mangetout con chorizo e semi di sesamo

I mangetout o “tut-se-mang‘” come li chiamo io, sono una qualità di piselli molto usata sia in Francia che qui a Londra.

Non avevo mai usato questo tipo di verdura nella preparazione dei miei piatti fino a quando non l’ho assaggiato come contorno abbinato ad un buonissimo Sunday Roast che ho avuto il piacere di mangiare che qui.

Il gusto è molto simile alle taccole, solo che sono più piccolini e più dolci. Al loro interno hanno dei piccoli pisellini non ancora completamente formati.

Cucinarli è molto facile e vi vado quindi ad illustrare una delle ricette che preferisco che può essere un ottimo contorno mangiato sia tiepido che freddo.

mangetoutIMG_5143

Ingredienti

  • 250 g di mangetout (potete sostituirli alle taccole se non li trovate);
  • 170 g di chorizo (potete usare anche una salsiccia piccante al suo posto se volete, purché sia stagionata);
  • Mezza cipolla bianca;
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo.

mangetoutIMG_5140

Preparazione dei mangetout

Mettete a bollire circa 1 l e mezzo di acqua salata ed una volta raggiunto il bollore tuffateci dentro i mangetout.

Fate cuocere per circa otto minuti e poi scolateli per bene. Mentre aspettate che i mangetout siano cotti, preparate il chorizo.

Preparazione del chorizo

In una padella antiaderente mettete a scaldare l’olio extravergine, la cipolla e i semi di sesamo. Fate rosolare per bene.

Togliete la pelle al chorizo e tagliatelo a cubetti abbastanza piccoli.

Una volta che la cipolla sarà ben rosolata mettete all’interno della padella anche il chorizo e fate cuocere per circa cinque minuti.

Una volta che anche il chorizo sarà cotto e ben rosolato, fate saltare in padella anche i mangetout per almeno due minuti.

Aggiustate di sale e di pepe e servite caldi.

Un contorno davvero velocissimo, ma molto gustoso da fare, che credo piacerà davvero a tutti.

Fatemi sapere cosa ne pensate lasciandomi un commento qui sotto.

Un abbraccio.

Angelina

mangetoutIMG_5139

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.